PERDERE PESO IN SALUTE

PERDERE PESO IN SALUTE

La maggioranza delle diete fallisce quando si crede che solo l’aerobica faccia perdere peso o ci si affida alla riduzione delle calorie come unico parametro di riferimento.
Primo: è innegabile che l’attività aerobica sia lipolitica, ma dobbiamo creare i presupposti metabolici affinchè il corpo possa attivare questo meccanismo.
Secondo: non dobbiamo fossilizzarci sulla quantità di calorie da grassi utilizzate durante l’attività aeorbica, ma spostare anche la nostra attenzione sul consume che avviene nelle ore successive allo sforzo stesso, a ciò che gli scienziati hanno definito EPOC (Excess Postexercise Oxigen Consumption).
COME ATTIVARE LA LIPOLISI:
Le funzioni del nostro organismo sono controllate dagli ormoni e la lipolisi non fa eccezione: solo se l’assetto ormonale è corretto possiamo pensare di dimagrire.
Numerosi sono gli ormoni chiamati in causa, anche perchè, quando parliamo di ormoni, dobbiamo pensare ad un’orchestra, nella quale ognuno ha un suo ruolo ed ognuno deve andare a tempo. La prima coppia di ormoni che ha un ruolo fondamentale nel dimagrimento è quella data da insulina e glucagone; questi agiscono ad asse, sul sistema di un termostato: quando la glicemia sale, viene secreta l’insulina, ormone ipoglicemizzante, di accumulo, che ha lo scopo di rimuovere i carboidrati in eccesso dal circolo saguigno, staccandoli come adipe negli adipociti, viceversa quando la glicemia scende troppo, viene prodotto il glucagone, ormone mobilizzo, che rialza la quantità di glucosio in circolo mobilizzando acidi grassi e proteine.
Quindi se tengo bassa l’insulina, non permetto al glucagone di smuovere grasso in riserva, per cui qualsiasi dieta che non tenga conto della cosiddetta calma insulinica o insulemica che dir si voglia, non porterà mai a dimagrimento.
Un’altro ormone di importanza fondamentale per la lipolisi è il GH, o ormone della crescita, che induce il corpo ad utilizzare il grasso come fonte energetica: nuovamente va ribadito il fatto che una dieta sbagliata inibisce la produzione di questo ormone, il quale viene secreto sopratutto in condizione di ipoglicemia.
Considerando il fatto che l’acrofase di Gh avviene la notte, nella fase di sonno detta REM, sarà importante andare a dormire con pochi carboidrati in circolo. Il pasto serale quindi, dovrà essere privo o molto povero di carboidrati.
Intervengono poi nel meccanismo di lipolisi, anche gli ormoni adrenergici (adrenalina, noradrenalina), che rivestono un’importanza fondamentale nella rimozione del grasso localizzato, perchè agiscono attivando i beta recettori (lipolitici) e disattivando gli alfa recettori (lipogenetici). Il grasso localizzato purtroppo è più ricco di alfa recettori, i quali sono estremamente connessi con gli estrogeni, che a loro volta tendono a localizzare il grasso; più ingrasso più produco estrogeni e più attivo gli alfa recettori, creando un circolo vizioso.
Nel meccanismo di lipolisi  intervengono poi gli ormoni tiroidei, in particolare il T3, che mantengono elevato il metabolismo e che tendono a calare discretamente con le diete da fame.
Infine, ma non ultimo per importanza, c’è l’intervento degli eicosanoidi, micro ormoni che influenzano tutte le funzioni dell’organismo, compresa la lipolisi, la cui produzione è determinata dalla dieta.

2013-06-19T22:27:20+00:00 giugno 19th, 2013|Estetica|